torna alla home page  

Via Carlo Cattaneo 12
47841 Cattolica (RN)
Italia

tel  +39 0541 831835
fax +39 0541 960334

email info@openspaceviaggi.it

Operatore Skype 1
Operatore Skype 2
Operatore Skype 3

Percorsi cicloturistici nell'entroterra





Balconi delle Marche
Cattolica - Pesaro - Tavullia - S. M. Monte - Cattolica


LUNGHEZZAKm. 70TEMPO DI PERCORRENZA3,30 h
INDICE MEDIO DI DIFFICOLTA'MedioRAPPORTI MECCANICI52/42 - 13/23
CARATTERISTICHE DEL PERCORSOOndulatoGIORNI E ORARI CONSIGLIATITutti i giorni


Avanti ed indietro nelle terre di confine, tra la Romagna e le Marche, per un giro molto interessante, e di media difficoltà nel complesso: questa è la proposta dei percorso odierno. Il tracciato presenta una salita impegnativa, vedute di grande bellezza, scorci pittoreschi, e l'attraversamento di borghi di notevole fascino. Dal porto di Cattolica si va in salita per la strada panoramica fino al primo punto di straordinaria panoramicità. La salita è dura fino alla visione incomparabile della Riviera da Gabicce Monte. Stupenda la strada che cala, attraversando Fiorenzuola, su Pesaro. In un senso di marcia, o nell'altro, c'è chi la percorre da anni e non si stanca mai di ammirare l'ambiente ed i piccoli borghi. Una esperienza che rende felici, sempre. Da Pesaro si risale verso l'interno e superata Montecchio si prende il bivio per Tavullia, per puntare successivamente su Trebbio di Montegridollo e Meleto. Ora dobbiamo, al bivio di S. Rocco, salire a S.M. dei Monte. Ecco ancora un rientro in Romagna. Ma è già l'ora di prendere il bivio per Tavullia, di percorrere qualche km. nelle Marche, e poi di nuovo scendere in Romagna, ecco S.Giovanni in Marignano, ecco il mare di Cattolica. Il titolo che abbiamo dato a questo giro si giustifica benissimo per le vedute che, dai punti più alti dei percorso, si distendono sia sul mare che sulle valli interne, e che resteranno impresse nella memoria e, assieme alle caratteristiche tecniche, saranno degna e non secondaria parte dei racconti per gli amici.


Una pedalata romantica
Riccione - Gradara - Pesaro - Riccione

Una pedalata romantica - percorso

LUNGHEZZAKm. 64TEMPO DI PERCORRENZA3 h
INDICE MEDIO DI DIFFICOLTA'MedioRAPPORTI MECCANICI52/42 - 13/23
CARATTERISTICHE DEL PERCORSOOndulatoGIORNI E ORARI CONSIGLIATITutti i giorni

Una pedalata romantica - altimetria

Il percorso odierno non è molto lungo, ma si propone di difficoltà notevole per le salite e le discese che sono previste. Toccheremo alcuni punti, come ad esempio Gradara, la panoramica da Pesaro, e Gabicce Monte, che giustificano ampiamente il titolo che abbiamo dato. Dal Palazzo del Turismo di Riccione andiamo, a ridosso del mare, verso Cattolica e qui prendiamo la strada che sale dolcemente al poggio di Gradara. Paese cinto da mura e torri, di belle forme medievali fino alla Rocca, famoso anche perché rammenta la commovente tragedia di Paolo e Francesca, narrata da Dante nella Divina Commedia, e dove la visita è sempre consigliata. Si va verso Pesaro, città antichissima con un bel centro storico e moderne attrezzature balneari. Indispensabile sostare nella vasta Piazza del Popolo, con il Palazzo Ducale del XV sec., e girare attorno alla possente Rocca Costanza (1487). Adesso si fa in gran salita la panoramica che sale a Gabicce Monte. Una breve deviazione per vedere l’affascinante parco con la Villa Imperiale (1400-1500), e dopo la deliziosa Fiorenzuola, eccoci in alto. Si può riposare per qualche minuto, anche per godersi il panorama del mare, della Riviera, dei colli,e delle montagne. Questo è un luogo che non si dimenticherà. C’è ora una bellissima discesa su Cattolica, da percorrere con una certa attenzione. E si torna a Riccione, al termine di una pedalata impegnativa e ricca di colori ed emozioni, una "pedalata romantica" senza dubbio.


Rocche della Valconca
Cattolica - Tavoleto - M.Cerignone - Cattolica

Rocche della Valconca - percorso

LUNGHEZZAKm. 86TEMPO DI PERCORRENZA4 h
INDICE MEDIO DI DIFFICOLTA'DifficileRAPPORTI MECCANICI52/42 - 13/25
CARATTERISTICHE DEL PERCORSOOndulatoGIORNI E ORARI CONSIGLIATITutti i giorni

Rocche della Valconca - altimetria

Auguri per una bella giornata, che ci porterà a compiere una escursione difficile, sia per la lunghezza del percorso che per le asperità che ci troveremo ad affrontare. Si tratta di un tracciato ondulato, dunque impegnativo, attraverso luoghi assai interessanti, con strade tra l’altro ricche di fascino ambientale e storico. Incontreremo numerosi castelli e rocche, nella gran parte appartenenti alle grandi famiglie rinascimentali del Montefeltro e dei Malatesta che furono signori, al culmine della loro potenza, rispettivamente di Urbino e di Rimini, e furono spesso in lotta tra di loro per il possesso di queste magnifiche terre. Dal porto di Cattolica risaliamo a S.Giovanni in Marignano e Marciano, per affrontare la bella salita di Montefiore, su cui domina la grande Rocca. Attenzione alle curve della discesa, e via di nuovo in salita per Tavolato che si vede da lontano con il Castello nel centro del paese. Attenzione nuovamente alla discesa su Casinina, che presenta ripide curve e fondo stradale talvolta sconnesso; poi si sale ancora a Mercatale e Macerata Feltria. Bei panorami e bei borghi dovunque, e forza con la salita della Fagiola fino ad un meritato riposo a monte Cerignone. Splendida la sua Rocca (1200-1400), bellissimo il borgo antico. Scendiamo progressivamente su Mercatino Conca e su Marciano. Siamo all’ultimo tratto, che percorriamo senza fretta, attraversando nuovamente S.Giovanni in Marignano per arrivare alla buon’ora, in quel di Cattolica. Quasi 90 km., con almeno tre salite impegnative, ed un paio di discese con le mani attentamente sui freni. Una escursione difficile ma veramente appagante.


Le nostre montagne
Bellaria - S.Leo - Carpegna - Santarcangelo - Bellaria

Le nostre montagne - percorso

LUNGHEZZAKm. 122TEMPO DI PERCORRENZA6 h
INDICE MEDIO DI DIFFICOLTA'Molto difficileRAPPORTI MECCANICI52/42 - 13/26
CARATTERISTICHE DEL PERCORSODi montagnaGIORNI E ORARI CONSIGLIATITutti i giorni di mattina

Le nostre montagne - altimetria

In questa guida quello che si presenta può essere considerato il tappone, per le sue caratteristiche di montagna, con salite impegnative. E’ un percorso lungo, che attraversa luoghi ricchi di storia, di panorami spettacolari, comunque sempre su strade asfaltate e ben curate. Si parte da Belluria per andare a Svignano e a Ponte Verucchio dove ci si innesta sulla Marecchiese, per risalirla sino a Pietracuta. Fino a questo punto potevamo definirlo un tracciato pianeggiante. Ma ecco le salite, ed ecco anche i numerosi posti di ristoro in luoghi suggestivi. Consigliamo la sosta nei paesi antichi. Lo spettacolo di S. Leo rapisce lo sguardo, ma si sale ancora sulla Carpegna, tra affascinanti panorami verdi, ora aspri ora dolci, per tornare un poco giù verso Pennabilli, un altro paese assai bello. E’ l’ora della discesa su Novafeltria, e po’ su Ponte Verucchio, dove voltiamo per Santarcangelo. L’ultimo tratto lo percorriamo verso Torre Pedrera, verso il mare e di qui torniamo verso a Belluria. Il tappone vale il consiglio di sostare, dopo le salite, rifocillarsi, godersi le bellezze ambientali e storico-artistiche, e di fare un po’ di attenzione nelle discese. Queste sono le nostre montagne, subito a ridosso della Riviera, in luoghi abitati da migliaia di anni, la cui natura vogliamo salvaguardare, come le testimonianze storiche, artistiche, create dagli uomini nei secoli.

OPENSPACE Viaggi